NUOVI SUCCESSI DEGLI ALLIEVI DELL’ISTITUTO “ZELIOLI” IN CONCORSI INTERNAZIONALI

Mentre l’anno scolastico del Civico Istituto Musicale “G. Zelioli”si avvia alla fine, è tempo di bilanci. Un metro di misura del lavoro svolto sono i concorsi, in cui gli alunni più capaci si misurano con altri giovani musicisti e sono giudicati da giurie altamente qualificate. 

Tre sono le competizioni alle quali hanno partecipato i pianisti della Scuola: Sestri Levante, Oleggio e Bellano, ottenendo primi e secondi premi e altri importanti risultati.

Un secondo postodi grande rilievo è quello aggiudicatosi a inizio maggio da Jun Li Heal prestigioso Concorso Pianistico Nazionale “J. S. Bach”di Sestri Levante: giunto quest’anno alla 34° edizione, il concorso ha coinvolto cento giovani artistiprovenienti da tutta Italia, valutati da una giuria di concertisti e docenti di Conservatoriosotto la presidenza di un pianista insigne come Pier Narciso Masi. La piccolaJun Li He, classe 2010, nata a Lecco da genitori cinesi, recentemente affermatasi nella propria categoria vincendo il primo premio al “Pozzolino” (versione giovanile del Concorso “Ettore Pozzoli” di Seregno), studia il pianoforte presso l’Istituto “Zelioli” con il maestroIsabella Chiarotti. Buon risultato anche per la sorella Junnan Heche si è piazzata al quarto posto.

Pochi giorni prima Jun Li Hesi è affermata imperiosamente al Concorso Internazionale Pianistico “Città di Oleggio” con un primo premio assolutonella sua categoria; e ha fatto il “bis” con un altro primo premio assoluto al secondo Concorso Internazionale “Bellano paese degli artisti”. A Oleggio la sorella Junnan Hesi è piazzata al quarto posto, immediatamente a ridosso dei primi tre.

A quest’ultimo concorso hanno partecipato anche ben quattro allievi del maestro Silvia Imperiale. La giuria ha premiato con il primo premio il pianista Andrea Ni, di nove anni, e con il secondo premio Amelia Mesagna, di dieci anni. Anche la determinazione di Alessia Ni, anni 15, è stata premiata con un ottimo terzo posto. Una sicurezza è il talento di Jacopo Mattavelli, secondo premio nella sua categoria, che in agosto sarà in tournée negli USA con l’Orchestra Verdi Junior.

Traguardi significativi che non giungono per caso, ma sono il frutto del lavoro compiuto dai ragazzi per sviluppare le proprie potenzialitàsotto la guida dei docenti in un ambiente stimolanteche offre molteplici occasioni di crescita artistica e culturale. 

Viva la Regina

Viva la regina! Un reading musicale a Villa Gomes Sabato 18 maggio alle ore 17.30va in scena nell’Auditorium del Civico Istituto Musicale “G. Zelioli” di Lecco a Villa Gomes, lo spettacolo Viva la regina! Si tratta di un reading musicale interpretato dalle voci recitanti di Cristina Bossi ed Enrico Ferioli accompagnate dall’Orchestra “Praetorius XXI”del Civico IstitutoMusicale“G. Zelioli”. Lo spettacolo nasce dall’omonimo racconto di Enrico Ferioli, vincitore del “Premio internazionale di letteratura Città di Como 2017” (Elpo Edizioni,Como), che ora rivive sulla scena in un progetto, nato dalla collaborazione tra Ferioli e il flautista Nicola Sansone, che utilizzala musica come cornice emotiva della narrazione, al tempo stesso evocando nello spettatore un’ambientazione collocata in un passato lontano. Protagonista musicale dell’evento è l’orchestra “Praetorius XXI” del Civico Istituto Musicale“G. Zelioli” di Lecco. Formata da allievi ed ex allievi diflauto dolce, violoncello e contrabbasso, coordinati dai rispettivi docenti Nicola Sansone, Maria Antonietta Puggioni, Andrea Quaglia. Il nome dell’orchestra si riferisce al compositore e teorico tedesco Michael Praetorius (1571-1621) il quale, neltrattato Syntagma Musicum del 1619, riferisce che i migliori flauti dolci della sua epoca si vendevano a Venezia in una cassa contenente 21 strumenti di taglia diversa, dal sopranino al contrabbasso. Il numero romano è invece un riferimento al nostro secolo.


Terzo posto per Jun Li He

  

Complimenti alla giovanissima pianista e all’insegnante Isabella Chiarotti.  

L’allieva della nostra scuola Jun Li He vince il terzo premio al Quinto Concorso Pianistico Internazionale “Bruno Bettinelli” di Treviglio, attribuito da una giuria prestigiosa presieduta da Maria Isabella De Carli.    

ALLA SCOPERTA DELL’ ACQUA CALDA

Sabato 20 aprile, ore 14.30

Seminario di didattica musicale per batteria

A cura di Dario Milan

Sabato 20 aprile 2019 alle ore 14.30, l’Istituto Zelioli ospita un seminario di didattica musicale per batteria tenuta da Dario Milan. 

L’autore, batterista jazz funk, nel corso dell’iniziativa presenta il suo libro “Alla scoperta dell’acqua calda”,spiegandone i contenuti e proponendo esempi di esercizi per migliorare il proprio approccio alla batteria; l’obiettivo è quello di migliorare in modo deciso la concentrazione, il timing, la coordinazione e il suono, cercando di suonare in modo efficace e con poco sforzo fisico. 

Dario Milan suonerà inoltre alcuni brani utilizzando delle basi senza batteria estratte dal suo nuovo disco.

Ingresso libero

Percussionisti del Conservatorio di Como

I PERCUSSIONISTI DELCONSERVATORIO DI COMOALLA CASA DELL’ECONOMIA

I mille colori degli strumenti a percussioni, una dinamica che va dal pianissimo impercettibile alla potenza più impressionante, il gioco dei ritmi ora semplici ora complessi: questi sono gli ingredienti del concerto che avrà luogo lunedì 8 aprile alle ore 21 presso l’Auditorium Casa dell’Economia (Camera di Commercio, via Tonale) nell’ambito del progetto Musica Totale, organizzato dal Civico Istituto Musicale “G. Zelioli” in collaborazione con il Festival Jazz del Comune di Lecco. Protagonista della serata è l’Ensemble di percussioni del Conservatorio di Como, diretto da Paolo Pasqualin, che proponeun avvincente viaggio nel mondo degli strumenti a percussione. È un autentico caleidoscopio di sonorità che avvolgono il pubblico: dinamica, melodia, virtuosismo si alternano nelle composizioni in programma creando un panorama sonoro di stupefacente varietà. La serata ha inizio con un omaggio alla potenza dei tamburi tradizionali giapponesi e prosegue con pezzi scritti da compositori contemporanei come Steve Reich e Giovanni Sollima e da grandi percussionisti attivi in tutto il mondo che fanno emergere sapientemente tutte le potenzialità di questi meravigliosi strumenti: la marimba, il vibrafono, i timpani, i tamburi e tutti gli altri componenti del corposo organico che occupa il palcoscenico. All’interno della serata è prevista un’incursione del pianista Marco Detto, che dialogherà nel segno dell’improvvisazione con i musicisti del gruppo. Protagonista del concerto, l’Ensemble di Percussioni del Conservatorio di Como propone da anni, sotto la guida del maestro Paolo Pasqualin,un panorama musicale molto ampio e di ricerca. Ha al suo attivo diversi concerti in prestigiosi festival e rassegne: Radio Vaticana e Concerti del MIUR a Roma, Teatro Sociale di Como, La Fieradella Musica di Erba, Como Next Festival e molti altri. Ha collaborato con numerosi artisti fra i qualiVincenzo Zitello e l’Ensemble di percussioni Tetraktis. Insieme a loro, il pianista e compositore Marco Detto, che si è esibito in Italia e in Europa e ha all’attivo numerosi lavori discografici; all’attività concertistica affianca quella didattica presso il Civico Istituto Musicale “G. Zelioli” di Lecco. L’ingresso al concerto è libero.

Informazioni: T. 0341 42 27 82(dalle 14.30 alle 18)

email info@civicalecco.org

GRANDE SUCCESSO PER IL CONCERTO DI CHITARRA

Auditorium tutto esaurito e calorosi applausi hanno accolto il concerto di chitarra classica tenuto giovedì 14 marzo da Tarcisia Bonacina, docente presso il nostro Istituto, nell’ambito dalla rassegna Musica Totale. Il programma, molto vario e coinvolgente, ha accompagnato gli ascoltatori
in un viaggio nella musica europea lungo un secolo di musica originale per chitarra, dall’Ottocento al Novecento. Dopo la romantica introduzione affidata alla Elegie di Johann Kaspar Mertz, la musica si ha avvolto il pubblico con i suoni e i colori della Spagna: prima il virtuosistico “Fandango
variado” di Dionisio Aguado, ancora tipicamente ottocentesco, poi dentro il Novecento con la “Fantasia Sevillana” di Joaquim Turina e la Sonata “Omaggio a Boccherini” di Mario Castelnuovo Tedesco, un pezzo di grande impegno. Una sorpresa per molti sono stati “Quatre pièces brèves”del
compositore svizzero Frank Martin, ricchi di cromatismi e perfino di sperimentazioni dodecafoniche, interpretato dalla musicista con padronanza della tecnica, consapevolezza della forma e ricchezza di sfumature. Grande successo e bis.
Il prossimo appuntamento concertistico della rassegna Musica Totale è per lunedì 8 aprile alle ore 21 presso l’Auditorium Casa dell’Economia con i Percussionisti del Conservatorio di Como.

DIO DELLE CENERI

“DIO DELLE CENERI” INAUGURA “MUSICA TOTALE”

 È uno spettacolo di forte impatto emotivo quello che inaugura la nuova edizione del progetto Musica Totale, in scena venerdì 8 febbraio alle ore 18 nell’auditorium di Villa Gomes: Dio delle ceneri – Le voci dei sommersi di Federico Bario, va al cuore dei temi più forti dell’Olocausto ispirandosi al film Shoah di Claude Lanzmann, girato in Polonia sui luoghi dello sterminio intervistando ex internati, guardie e persone dei paesi circostanti.

I testi si intrecciano con canti del repertorio Klezmer, che costituisce la musica tradizionale degli ebrei ashkenaziti dell’Europa orientale.

Interpreti dello spettacolo sono la voce narrante di Federico Bario contrappuntata dal canto di Silvia Imperiale che intona le struggenti melodie ebraiche con l’accompagnamento di Massimo Orlando al flauto e di Osvaldo Tapparo al contrabbasso.

Prima dello spettacolo, alle ore 17.30, breve introduzione sui testi delle canzoni nell’ambito del ciclo “Il percorso della memoria” a cura del Comune di Lecco.

 Ingresso libero

 Informazioni

T: 0341 42 27 82 (dalle 14.30 alle 19)

Email: info@civicalecco.org

 

foto Amelia Mesagna

Laboratorio polifonico

Il Laboratorio polifonico e strumentale del Civico Istituto “G. Zelioli” è nato  con l’intento di avvicinare studenti e appassionati alla musica polifonica, in particolare rinascimentale e barocca, ma con escursioni sia verso il Medioevo sia verso i repertori più moderni. Il laboratorio coinvolge cantanti e strumentisti che cooperano nello studio del repertorio e nelle esecuzioni pubbliche. Oltre all’attività didattica, l’ensemble svolge una qualificata attività concertistica in collaborazione con enti e istituzioni musicali.