Laboratorio di Musica Moderna

musica moderna civico istituto lecco

L’Istituto Civico Musicale G. Zelioli di Lecco organizza il Laboratorio di Musica Moderna. Scarica il Modulo di iscrizione al laboratorio ed invialo a info@civicalecco.org

Il corso

Il laboratorio è rivolto agli allievi di chitarra elettrica, batteria, basso elettrico, canto moderno, pianoforte che desiderano ampliare la propria formazione musicale. Questo corso si affianca allo studio solistico dello strumento svolto durante l’anno scolastico. E’ aperto a tutti, anche chi non è iscritto ai corsi curricolari dell’Istituto Civico.

Scopo

Il Laboratorio di Musica Moderna serve ad affinare la capacità di suonare insieme. Vuole inoltre essere un luogo di sviluppo della creatività ed un vivaio per giovani (e meno giovani) che desiderano affrontare un percorso di ricerca artistico.

Oltre alla capacità di ascolto, si intende potenziare la gestione della prova, l’interpretazione, la sinergia e il lavoro di gruppo. A questi si aggiunge l’aspetto ricreativo dell’esperienza di laboratorio.

Conoscenze ed abilità minime

Gli iscritti dovranno aver superato la fase di impostazione ed approccio allo strumento. Si richiede una lettura di base di note e valori sul pentagramma in chiave di sol. La scelta dei brani è svolta sulla base del livello degli allievi iscritti.

Modalità e costi

Il Laboratorio di Musica Moderna avrà luogo nel Secondo Quadrimestre (Febbraio 2020) e avrà durata bisettimanale. Il calendario sarà concordato con il docente.

Il termine per la consegna delle iscrizioni in segreteria è sabato 30 novembre 2019. Il corso partirà con un numero minimo di 6 iscritti.

Costo per il Laboratorio di Musica Moderna € 60,00 (€40,00 per gli alunni del Civico Istituto Musicale “G. Zelioli”) da versare entro il 30 Novembre 2019.

Informazioni

Scarica il Modulo di Iscrizione ed invialo a info@civicalecco.org
Telefono 0341 422782 dalle ore 14:00 alle 18:00 dal lunedì al venerdì
e-mail info@civicalecco.org
www.civicalecco.org

I docenti

Il corso è tenuto da Roberto Panzeri.